Il formicaio - La Scatola Nera blog letterarioCamminavo attraverso le strette vie di quel formicaio che chiamiamo “città”, tra uno stercorario che spinge la sua pesante palla di merda e una mantide che divora la testa del suo amante, tra una mosca incastrata nell’ambra e una zanzara rachitica che succhia il sangue di un porco, e pensavo tra me e me che mentre i dinosauri si sono estinti, gli insetti se la sono cavata benissimo.

© Rodolfo Veneziani

Seguimi su Facebook

Altri testi