"Tutto va a fuoco" - La Scatola Nera blog letterarioTutto va a fuoco in un normale giovedì di luglio.
Le suole si appiccicano all’asfalto che si scioglie sotto le gomme delle auto che puzzano – sembrerebbe che l’aria si sia presa una vacanza. Negli uffici i corpi si fondono con le scrivanie dando vita a mutazioni che manco Cronenberg e le ventole dei pc girano impazzite in perfetta sincronia con i coglioni dei due polacchi che smazzano al sole mentre alcuni taxi appaiono dal fondo della strada come i quattro cavalieri dell’Apocalisse.
È un stillicidio. Tutto si scolla, si liquefà nell’immenso fiume incolore di un normale giovedì di luglio.

© Rodolfo Veneziani

Seguimi su Facebook

Altri testi